Tag

, ,

blood and sandLa storia del Blood and Sand ci viene raccontata per la prima volta nel 1930 dal Savoy coctail book: il libro ci spiega come questo drink sia ispirato al film di Rodolfo Valentino del 1922, basato su una novella spagnola del 1909 di Vicente Blasco Ibanez. Il film parla della tragica storia di Juan Gallardo, torero che viene dalla strada e diventa uno dei più grandi matador di Siviglia. La novella viene ripresa poi in film nel 1941 con il nome di Sangue e arena. Il matador si sposa con il suo amore dell’infanzia, la bella Carmen, ma raggiunta la ricchezza e la fama, si lascia sedurre da una ricca vedova. La storia tra i due prosegue con passione, ma il rimpianto e il rimorso nei confronti della moglie, lo porta a cercare di interrompere questa storia clandestina, ma la ricca vedova, andrà a rivelare il tutto alla moglie Carmen. La situazione sentimentale lo porterà ad essere distratto e poco concentrato durante le sue performance all’interno dell’arena e durante una corrida morirà. Seppur con un finale drammatico, in vero stile romantico, prima di morire riuscirà a riconciliarsi con la moglie.

Tornando adesso al cocktail, pare che il nome sia stato scelto perchè il rosso della ciliegia ricorderebbe il sangue, mentre l’arancione dell’arancia, quello della sabbia. Nasce con pari proporzione tra liquore alla ciliegia e vermut rosso, ma con il tempo verranno diversificate per limitare l’eccessiva dolcezza durante la degustazione.

La ricetta prevede la presenza di un blended whisky, vermut rosso, cherry brandy e succo d’arancia.

Vi lascio questo video esplicativo dall’ottimo sito liquor.com

Advertisements